Indicatore di tempestivitĂ  dei pagamenti

L’articolo 9 del DPCM Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 settembre 2014 prevede che le amministrazioni pubbliche elaborino trimestralmente ed annualmente un indicatore dei propri tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture.
L’indicatore si chiama “indicatore di tempestività dei pagamenti” ed è calcolato con la seguente formula: [totale dei valori relativi ai pagamenti] diviso [totale delle somme pagate].

Il [totale dei valori relativi ai pagamenti] è così determinato:

– [valore relativo a ciascun pagamento]: [giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura e la data di pagamento] moltiplicati per [importo dovuto]

– [totale dei valori relativi ai pagamenti]: somma di tutti i valori relativi a ciascun pagamento

Indicatore di tempestività dei pagamenti:
2023 2022 2021 2020 2019

2019 2020 2021 2022 2023
Ammontare dei debiti (da fattura) al 31/12 984.970,11 1.768.608,84 1.689.416,47 389.674,66 926.024,82
Numero dei creditori (da fattura) al 31/12 86 153 107 61 109

Pagina aggiornata il 21/05/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterĂ  a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltĂ ?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Salta al contenuto principale