Lotta contro l'infestazione da mosche - Comune di Seriate (BG)

archivio notizie - Comune di Seriate (BG)

Lotta contro l'infestazione da mosche

 

Il 20 luglio è stata emanata la nuova ordinanza per contenere l'infestazione da mosche.
La cittadinanza è invitata a ottemperare alla stessa. 

Ordinanza  90 ad oggetto: Lotte contro infestazione muschina nel territorio comunale di Seriate – anno 2022.
Decisione
In qualità di Autorità Sanitaria Locale ordino:

1. ai titolari di aziende zootecniche ed agricole con allevamento di animali, di provvedere ad effettuare periodici interventi di disinfestazione da mosche all’interno degli insediamenti. I trattamenti effettuati devono essere annotati, a cura del Titolare/Conduttore dell’Azienda, su  apposito Registro, (o in Registri già in uso presso l’Azienda), in cui indicare le date del trattamento, il nome commerciale del prodotto disinfestante e le relative dosi impiegate di utilizzo.

Inoltre i titolari/conduttori stessi dovranno provvedere affinché:

•  le lettiere degli allevamenti all’interno delle stalle che presentino infezioni in atto, siano sottoposte ad adeguato trattamento moschicida prima di essere portate all’esterno;

• le operazioni di concimazione dei campi con sostanze organiche devono essere condotte in assenza di precipitazioni atmosferiche e , per quanto riguarda lo spandimento dei liquami zootecnici, l’osservanza dei periodi di divieto;

• i liquidi e i reflui zootecnici utilizzati per la concimazione dei campi sia allo stato liquido che solido, devono essere interrati immediatamente dopo lo spandimento e comunque nella medesima giornata dello spandimento. Nei terreni vicini ai centri abitati, l’interramento delle deiezioni deve essere contestuale allo spandimento, e comunque deve essere completato entro le successive sei ore dall’inizio delle operazioni di spandimento. L’interramento deve avvenire tramite aratura;

2. ai proprietari di terreni agricoli facenti parte e non, delle aziende zootecniche ed agricole ubicate nel territorio comunale, il divieto a mantenere sui campi cumuli di effluenti zootecnici, letame e sostanze organiche in generale, non sottoposte a trattamenti di stabilizzazione, e destinate alla concimazione di terreni. I cumuli temporanei di effluenti zootecnici e di sostanze organiche in genere non sottoposte a trattamenti di stabilizzazione, predisposti, in attesa della distribuzione sul terreno in zona agricola, non potranno permanere per piu’ di due giorni senza essere coperti con idonei teli impermeabili, atti ad evitare, in tutte le condizioni, lo sviluppo di esalazioni maleodoranti e di insetti, nonche’ la produzione di liquami di sgrondo, in caso di precipitazioni. Qualora si rendesse necessario, al fine di evitare lo sviluppo di mosche o di altri infestanti, i cumuli andranno sottoposti ad adeguato trattamento disinfestante;

3. ai proprietari dei terreni incolti, di provvedere alla periodica manutenzione, tenendo i terreni stessi sempre sgombri da immondizie, materiali putrescibili e da qualsiasi tipo di rifiuti, effettuando, se del caso, trattamenti di disinfestazione da mosche ed altri agenti infestanti;

4. ai titolari di depositi di rifiuti, materiali organici animali o vegetali che possano costituire fonte di sviluppo di mosche, di provveder alla periodica  pulizia dei terreni e dei locali ed adottare le misure atte ad impedire, per quanto possibile, lo sviluppo degli insetti infestanti, effettuando, se del caso, dei trattamenti di disinfestazione da mosche ad altri agenti infestanti.

Motivazione

L’ATS della Provincia di Bergamo – Dipartimento di Igiene, via Borgo Palazzo n. 130 Bergamo (Bg), con nota prot. n. 0062720 del 29/06/2022, avente ad oggetto “Indicazioni per la lotta all’infestazione muscina (mosche) nel territorio della provincia di Bergamo – anno 2022”, pervenuta a questo Comune in data 29/06/2022, ha invitato i Comuni a predisporre misure cautelari tese ad azione di contenimento delle mosche domestiche nel territorio comunale nonché emettere in via cautelativa idoneo provvedimento a tutela della salute pubblica (Ordinanza).

La lotta va condotta dai soggetti pubblici e privati, per le rispettive competenze, prioritariamente per mezzo di azioni di prevenzione e di bonifica dell’ambiente ed usando prodotti chimici disinfestanti, ad integrazione delle operazioni di igiene ambientale; in particolare il Comune garantisce la pulizia del suolo pubblico, la  raccolta dei rifiuti solidi urbani, la corretta gestione dei centri per la raccolta differenziata dei predetti rifiuti.

La responsabilità delle inadempienze alla presente ordinanza è attribuita a coloro che risultano avere titolo per disporre legittimamente del sito in cui le inadempienze saranno riscontrate.

I trasgressori della presente ordinanza sono passibili della sanzione amministrativa pecuniaria prevista dall’art. 7-bis, comma 1-bis, del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i  (con P.M.R. 50,00€ - cinquanta/00euro) e dall’art. 650 C.P.P..

Disposizioni

Dispongo altresì di:

- incaricare il Corpo di Polizia Locale della Città di Seriate e i competenti Uffici della A.T.S. della Provincia di Bergamo  – Dipartimento di Prevenzione Medica – Via Borgo Palazzo n. 130 – Bergamo (Bg), ciascuno per le proprie competenze, della vigilanza per l’ottemperanza alla presente ordinanza ed assicurarne il rispetto nei modi e nelle forme di Legge nonché per comminare le previste sanzioni ai trasgressori;

- trasmettere la presente Ordinanza anche all’ A.T.S. della Provincia di Bergamo.

Modalità ricorso

Questo provvedimento è reso noto alla cittadinanza tramite pubblici avvisi nonché comunicazioni alle associazioni di categoria direttamente interessate e affissione all’albo pretorio per tutto il tempo di validità del provvedimento.

Informo che avverso il presente provvedimento è data facoltà d’impugnazione avanti al Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia – sez. staccata di Brescia , entro un termine di 60 giorni.


Il Sindaco

Avv. Cristian Vezzoli


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (15 valutazioni)