Ordinanza n.55

Dettagli della notizia

Istituzione temporanea divieto di sosta e restringimento carreggiata in Via Buonarroti e in Via Fantoni

Data:

08 Luglio 2024

Tempo di lettura:

Descrizione

Ordinanza n. 55.2024

Oggetto
Istituzione temporanea di divieto di sosta con rimozione forzata, restringimento carreggiata ed eventuale senso unico alternato in via Buonarroti e in via Fantoni per lavori di modifica marciapiede e realizzazione parcheggi.
Decisione
Il dirigente del settore 5 – sicurezza del territorio - ordina l’istituzione del divieto di sosta h24 con rimozione forzata, oltre il restringimento della carreggiata e l’eventuale istituzione di senso unico alternato in via Buonarroti dall’intersezione con Fantoni sino al civico n.24 di via Buonarroti e sino al civico n.15 di via Fantoni dalle ore 7.00 del 10.07.2024 sino alle ore 18.00 del 30.09.2024 e comunque sino a termine lavori, come da tavola allegata.
Motivazione
Nei tratti di strada indicati saranno istituiti il divieto di sosta h24 con rimozione forzata, oltre al restringimento della carreggiata occupato dal cantiere con l’eventuale istituzione del senso unico alternato con moviere qualora non fosse garantito il doppio senso di circolazione continuo, al fine di consentire le operazioni di modifica marciapiede e realizzazione parcheggi come da richiesta prot.n.31569.2024.
Prescrizioni
Il richiedente avrà l’obbligo di predisporre la segnaletica di divieto di sosta con rimozione forzata, di restringimento della carreggiata ed eventuale istituzione di senso unico alternato regolato da movieri, con obbligo di costante mantenimento in efficienza e visibilità. Si dispone che i lavori vengano eseguiti a fase alterne per lato stradale al fine di garantire al meglio la normale circolazione. Visto anche il transito di autocarri, si prescrive inoltre il limite di velocità pari a 30 km/h per tutta l’area di cantiere. La segnaletica di divieto dovrà essere posta almeno 48 ore prima dall’inizio lavori e sarà cura del richiedente attestarne il corretto posizionamento con rilievi fotografici rappresentativi lo stato dei luoghi da custodire in cantiere a richiesta del Corpo di Polizia locale di Seriate.

La ditta richiedente avrà inoltre l’obbligo di:

- delimitare l’area di cantiere che dovrà in ogni momento essere segnalata e resa inaccessibile ai non addetti ai lavori: durante le ore serali/notturne dovranno essere apposti i regolamentari dispositivi luminosi atti ad evidenziare gli ingombri;

- provvedere all’installazione, vigilanza e manutenzione e per tutta la durata dei lavori sopra prospettati della necessaria segnaletica di preavviso, deviazione, e luminosa di cantiere, secondo il disposto degli artt. dal 30 al 43 del D.P.R. 495/92 e s.m.i. e quanto previsto dal D.M. del 10.07.2002 Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, nonchè secondo le eventuali disposizioni che potranno essere impartite in loco dal Corpo di Polizia Locale;

- di provvedere all’attuazione di quanto previsto dal Decreto Interministeriale del 04.03.2013 recante “Criteri generali di sicurezza relativi alle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare”;

- al termine dei lavori, dovrà effettuare la pulizia della zona dai rifiuti derivanti dall’attività svolta e controllare e mantenere costante nel tempo il regolare ripristino della sede stradale ovvero che le conseguenze del lavoro svolto non pregiudichino nel tempo il normale utilizzo della sede stradale e sue pertinenze.

Il presente provvedimento resta subordinato al possesso, da parte del richiedente, di apposita autorizzazione al taglio/occupazione della sede stradale. La presente ordinanza viene trasmessa al richiedente e pubblicata all’albo pretorio comunale. Alla presente ordinanza dovrà essere data la massima pubblicità ed informazione all’utenza generale a cura della parte richiedente.
Modalità ricorso
E’ possibile ricorrere innanzi al tribunale amministrativo regionale di Brescia, competente per territorio, entro 60 giorni dalla pubblicazione, ovvero, entro 120 giorni, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

Il Dirigente del Settore 5
Marco Moro

Ultimo aggiornamento

08/07/2024, 12:06

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Salta al contenuto principale