Ordinanza n. 16

Dettagli della notizia

Modifica temporanea della circolazione per occupazione dell’area marciapiede in via Comonte n. 15.

Data:

20 Marzo 2024

Scadenza:

15 Maggio 2024

Tempo di lettura:

Descrizione

Ordinanza n. 16 ad oggetto:
Modifica temporanea della circolazione per occupazione dell’area marciapiede in via Comonte n.15.

Decisione
Il dirigente del settore 5 – sicurezza urbana - ordina:

  • restringimento della carreggiata;
  • momentanea sospensione della circolazione pedonale sull’area marciapiede in via Comonte n. 15 con deviazione sul lato opposto, con decorrenza dalle ore 07.00 del 20.03.2024 alle ore 12.00 del 15.05.2024.

Motivazione
È necessario adottare un provvedimento di regolamentazione della circolazione stradale, per l’esecuzione di lavori di modifica del passo carrale al civico n. 15.

Indicazioni
Verificata la regolarità della istanza, questo Corpo di Polizia Locale notificherà alla parte richiedente la presente ordinanza, con l’obbligo per la stessa di predisporre e posizionare idonea segnaletica temporanea di cantiere, di divieto e deviazione a proprie spese, con l’obbligo di indicare in modo chiaro su apposita tabella il giorno, l’ora ed il periodo in cui il divieto diventa vigente.

Prescrizioni
Il richiedente, committente o il responsabile dei lavori o il direttore dei lavori o la ditta esecutrice dovrà/dovranno:

1) essere sempre preventivamente autorizzati dai competenti uffici comunali sia per l’esecuzione dei lavori che per l’occupazione della sede stradale.
2) Rendere noti agli utenti della strada tempi e modalità di esecuzione dei lavori, nonché gli obblighi o divieti cui dovranno attenersi, mediante la posa di regolamentare segnaletica stradale, posta in corrispondenza dei luoghi interessati. La segnaletica dovrà essere studiata e posta in opera nel rispetto delle normative vigenti tra cui: del codice della strada di cui al D. Lgs. 285 del 30/04/1992, del regolamento di attuazione del codice della strada di cui al DPR 495 del 16/12/1992, del Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalamento temporaneo di cui al Decreto 10/07/2002 e s.m.i.
3) Qualora non fosse ipotizzabile garantire il transito pedonale, dovranno essere individuati e segnalati, dei percorsi alternativi.

Il richiedente avrà inoltre l’obbligo di:

a) rispettare le norme contenute nel D. Lgs. 81 del 09/04/2008 “Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”;
b) osservare tutte le vigenti norme antinfortunistiche, mettendo in opera tutte le necessarie opere provvisionali atte a garantire la sicurezza (con particolare attenzione alle protezioni e delimitazione di scavi e materiali, alla posa delle segnalazioni luminose notturne).
c) delimitare l’area di cantiere che dovrà in ogni momento essere segnalata e resa inaccessibile ai non addetti ai lavori: durante le ore serali/notturne dovranno essere apposti i regolamentari dispositivi luminosi atti ad evidenziare gli ingombri;
d) al termine dei lavori, dovrà effettuare la pulizia della zona dai rifiuti derivanti dall’attività svolta e controllare e mantenere costante nel tempo il regolare ripristino della sede stradale ovvero che le conseguenze del lavoro svolto non pregiudichino nel tempo il normale utilizzo della sede stradale e sue pertinenze.

Qualora si rendessero necessarie ulteriori esigenze viabilistiche per garantire la sicurezza della circolazione, la Polizia Locale è autorizzata ad adottarle. Il Corpo di Polizia Locale, unitamente alle altre forze di Polizia Stradale di cui all’art. 12 del D.lvo n. 285/1992 (Codice della Strada), curerà l’osservanza delle presenti prescrizioni. La presente ordinanza viene pubblicata all’albo pretorio comunale e comunicata ai richiedenti. Alla presente ordinanza dovrà essere data la massima pubblicità ed informazione all’utenza generale a cura della parte richiedente.

Modalità ricorso
É possibile ricorrere innanzi al tribunale amministrativo regionale di Brescia, competente per territorio, entro 60 giorni dalla pubblicazione, ovvero, entro 120 giorni, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

 

Il Dirigente del Settore 5
Marco Moro

Ultimo aggiornamento

21/03/2024, 09:05

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Salta al contenuto principale