Lavoro di pubblica utilità - Comune di Seriate (BG)

Aree tematiche | Lavoro di pubblica utilità - Comune di Seriate (BG)

Lavoro di pubblica utilita'

NORMATIVA

L'applicazione della sanzione sostitutiva del lavoro di pubblica utilità consistente nella prestazione di un'attività non retribuita a favore della collettività, può essere richiesta ed applicata dal giudice ai sensi degli artt. 186 comma 9^ bis e 187 comma 8^ bis D. lgs n. 285/1992 codice della strada, a determinate condizioni previste dalla legge.

COSA E'

Per i reati previsti dal Codice della Strada (guida in stato di ubriachezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti), è previsto che la pena detentiva e pecuniaria possa essere sostituita con lavori di pubblica utilità. Essi sono prestati presso Enti locali o associazioni che hanno sottoscritto una convenzione con il Tribunale competente per territorio. Gli enti ed associazioni mettono a disposizione un numero variabile di posti disponibili che sono regolarmente utilizzati a questo scopo. Il Comune di Seriate ha previsto nella convenzione stipulata col Tribunale di Bergamo, due posti.
I lavori di pubblica utilità possono consistere nella prestazione di opera materiale o intellettuale, quali, ad esempio, i servizi di manutenzione del verde, o di assistenza alla persona, o di collaborazione alle attività dell’ ente.
 
CHI PUO' RICHIEDERLO

L'interessato con l'assistenza di un difensore munito di procura (con allegato il curriculum vitae).
La sanzione viene disposta dal giudice su richiesta dell’imputato, con la sentenza di condanna o di applicazione della pena su richiesta delle parti a norma dell’art 444 del codice di procedura penale (patteggiamento). Con la sentenza di condanna il giudice individua il tipo di attività, nonché l’ente o l’amministrazione dove deve essere svolto il lavoro di pubblica utilità. La prestazione di lavoro non retribuita ha una durata corrispondente alla sanzione detentiva irrogata (la durata della pena detentiva irrogata è corrispondente a un giorno, inteso come due ore di lavoro di pubblica utilità, pari anche all’importo di € 250,00 di pena pecuniaria.

MODULISTICA:

Richiesta svolgimento lavoro di pubblica utilità ai sensi degli artt. 186, c. 9 bis e 187,c. 8 bis e art. 2 Decreto Ministeriale 26-03-2001 
Scarica il file  .pdf 37KB

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (71 valutazioni)